Vai al contenuto

Altri 3 errori che i principianti fanno su Upwork

Siete nuovi su Upwork e state lottando per ottenere dei lavori? Vi rivolgete continuamente ai clienti senza successo? In questo articolo, individuerò tre errori comuni che i principianti commettono su Upwork. Ma soprattutto, vi darò consigli chiari su come evitare queste insidie.

Vi guiderò anche su come ottenere più lavoro retribuito e su come attirare più clienti. Non solo ho lavorato su piattaforme come Upwork, ma sono stato anche un datore di lavoro. In effetti, ho assunto parecchio, e ogni volta mi colpisce un errore.

Modello femminile, screenshot da un video girato con la Canon R5 e l'obiettivo Canon RF 50mm f1.8 - 07 - 01
Assunto con: Canon EOS R5 + Canon RF 50 mm f1,8 STM / Modello: @ho.peony

La passione è un male

Questa trappola riguarda circa 95% dei freelance che si candidano per un lavoro, compresi quelli che ho assunto io. Il problema ricorrente è che i freelance tendono a enfatizzare i loro desideri personali. Spesso parlano di come il lavoro sia in linea con le loro passioni e di come sia la cosa più importante al mondo per loro.

Ho notato questa tendenza quando assumo persone per vari compiti, tra cui editing video, scrittura, amministrazione e traduzioni. La maggior parte dei freelance parte dalla loro passione. Parlano dell'importanza dell'argomento e di come il montaggio video sia la passione della loro vita. Sognano di farlo a tempo pieno.

Capisco questo sentimento, perché c'è stato un momento in cui avevo un lavoro regolare e l'unica cosa che desideravo era diventare freelance. Tuttavia, questa prospettiva non tiene conto delle esigenze della persona che sta finanziando il vostro lavoro.

Quello che dovete fare è mettervi nei panni del vostro potenziale cliente. Il vostro cliente ha stanziato una certa somma di denaro per assumere qualcuno per un compito specifico. Il candidato che assumerà alla fine sarà percepito come il più capace di gestire quel lavoro in modo efficiente, rispettando al contempo il suo budget.

Se parlate solo della vostra passione per l'argomento, in pratica state dicendo loro: "Per favore, assumetemi, amo fare questo". Ma questo non riconosce ciò che il cliente vuole. La mentalità chiave che dovete adottare per assicurarvi un maggior numero di lavori consiste nell'apprezzare il fatto che il cliente sta cercando qualcuno che lo aiuti a gestire un po' di stress.

Se avete appena iniziato a lavorare come freelance, probabilmente vi trovate in una posizione in cui avete molto tempo a disposizione e volete scambiarlo con del denaro. Un cliente, invece, ha soldi ma non ha tempo. Spera di fare lo scambio al contrario.

Intendono darvi un po' del loro denaro per recuperare un po' del loro tempo. Questo sistema funziona solo se siete competenti, capaci e affidabili, caratteristiche che al giorno d'oggi sono sorprendentemente rare.

Trovare persone che consegnino il lavoro nei tempi previsti, come descritto, senza ritardi significativi o senza essere irreperibili per mesi, è una sfida. L'ho sperimentato personalmente e molti dei miei clienti hanno avuto problemi simili con altri freelance.

Modella, foto scattata con la Canon R5 e il Viltrox RF 85mm f1.8
Assunto con: Canon EOS R5 + Viltrox RF 85 mm f1.8

Non fornire un preventivo

Una cosa altrettanto frustrante, se non peggio, è incontrare freelance che non forniscono preventivi. Nella maggior parte dei casi, quando assumo qualcuno, ho già una buona conoscenza di come funziona il lavoro, soprattutto perché di solito lo faccio da solo.

Alla fine, cerco di assumere persone che mi aiutino a esternalizzare compiti che so fare, ma per i quali non ho tempo. In questi casi, di solito ho un'idea abbastanza precisa di quanto tempo dovrebbe essere necessario. Tuttavia, molti freelance vi diranno che si fanno pagare una certa cifra all'ora.

Anche se so quanto tempo impiegherei per svolgere il compito, è impossibile per me conoscere la loro tempistica, il che è parte del problema. Potrebbero dirmi: "Certo, mi faccio pagare $20 all'ora". Ottimo, ma quanto tempo ci metterai?

Spesso non lo sanno, e questo mi sembra un enorme campanello d'allarme. Voglio dire, quanto mi costerà alla lunga? Ci vorranno due ore? Forse ce ne vorranno dieci? Non ne ho idea.

Per me, quindi, questo non è un buon modo per farsi assumere. Ogni volta che lavoro come freelance, di solito propongo una tariffa fissa. Dico loro che costerà così tanto.

È comprensibile che in molti casi il tempo richiesto non sia evidente perché non si conoscono a fondo i dettagli del progetto. A volte, un cliente pubblica un lavoro e voi non potete determinare il tempo necessario perché non avete abbastanza informazioni sul lavoro.

Questo è abbastanza corretto. In questo caso, consiglierei di presentare loro un paio di preventivi approssimativi. Ad esempio, supponiamo che stiate facendo domanda per un lavoro come montatore video. Spesso, se avete già lavorato in passato, avrete un'idea approssimativa delle vostre tariffe.

Per un video di 10 minuti con una certa quantità di montaggio, ad esempio, si può dire: "Chiedo questo prezzo". Per un video più pesantemente modificato o con più effetti, si potrebbe indicare un prezzo più alto.

In questo modo il cliente avrà una cifra indicativa, aumentando notevolmente la probabilità che si rivolga a voi. Se non conosce il costo, probabilmente vi ignorerà. Perché? Perché probabilmente hanno un centinaio di altri concorrenti per lo stesso lavoro.

Questo è un tema ricorrente nel mio articoli per freelance - è sempre necessario considerare la prospettiva e l'esperienza del cliente. Sorprendentemente, molti freelance trascurano questo aspetto. Una cosa che sconsiglio vivamente è di offrire lavoro gratis.

Modella, foto scattata con la Canon R5 e il Canon RF 85mm f1.2 L USM - 46 - 01
Assunto con: Canon EOS R5 + Canon RF 85 mm f1,2 L USM / Modello: @andiee.grant

Offrirsi di lavorare gratis

Tutti noi abbiamo dovuto iniziare da qualche parte, il che spesso ha significato realizzare progetti gratuiti all'inizio. Nel mio caso, ogni volta che ho fatto un progetto gratis, è stato per i miei colleghi del mio livello. Per esempio, qualche anno fa mi occupavo molto di sound design.

Ho lavorato con registi in erba su progetti a budget zero. Ho fornito servizi di sound design gratuitamente o quasi, in modo da poter mettere piede nella porta e costruire il mio portfolio. Questa strategia ha funzionato abbastanza bene.

Il problema sorge quando si iniziano a offrire servizi gratuiti a clienti paganti o ad aziende. È una bandiera rossa, spesso percepita come disperazione. Per esempio, ho pubblicato richieste di lavoro su Upwork chiedendo esempi di progetti passati e un preventivo approssimativo.

Ho ricevuto risposte da persone che si offrono di svolgere il lavoro assegnato gratuitamente. Non è quello che voglio. Voglio pagarvi per i vostri servizi, non approfittarmi di voi.

Quindi, per dirla in modo diverso, per i buoni clienti, il fatto che un professionista offra i propri servizi gratuitamente può essere incredibilmente scoraggiante. I buoni clienti non accetteranno il lavoro gratuito, mentre i cattivi lo faranno.

È probabile che con questi clienti abbiate un'esperienza difficile. È probabile che sottovalutino il vostro lavoro e rendano l'esperienza complessiva piuttosto sgradevole. Ci sono casi, tuttavia, in cui ha senso estendere l'offerta di lavoro gratuito ai clienti paganti.

Ad esempio, immaginate di lavorare con un cliente e di poter svolgere un'attività aggiuntiva che ritenete possa contribuire positivamente alla sua attività. Tuttavia, il cliente è un po' scettico e vuole vedere risultati tangibili prima di impegnarsi.

In questo caso, potreste proporre di eseguire una piccola parte del compito gratuitamente. Potreste dire qualcosa del tipo: "Ehi, credo che questo possa incrementare la vostra attività. Che ne dite di provare un paio di volte? Non addebiterò nulla all'inizio se non dovesse dare i suoi frutti".

Se non funziona, nessun problema. Tuttavia, se l'impatto è positivo, allora addebiterei il servizio già svolto e continuerei a farlo. È probabile che il cliente sia d'accordo. Dopo tutto, si tratta di una situazione vantaggiosa per tutti, giusto?

Cioè, vi pagano già per il lavoro normale e voi gli offrite una situazione in cui se funziona, la loro attività cresce, e se non funziona, non gli costa nulla provare.

Quindi, questa è una situazione in cui offrirsi di lavorare "gratis" può funzionare, ma realisticamente è l'unica in cui funziona davvero.

E naturalmente, se la vostra intuizione è corretta e fate un buon lavoro, il "lavoro gratuito" che avete appena fatto darà i suoi frutti in futuro, perché contribuirà a incrementare l'attività del cliente e quindi anche i vostri guadagni.

Raccomandazioni

Spero che questa guida vi sia stata utile. Quello che faccio qui è aiutare le persone a realizzare il loro sogno di essere geograficamente indipendenti, guadagnando online da qualsiasi luogo. Per fare questo, insegno alle persone come essere migliori freelance e come scattare immagini migliori. Mostro loro anche gli strumenti necessari, come ad esempio fotocamere e obiettiviapplicazioni, e apparecchiature audio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *